Visioni oniriche della storia dell’arte russa: Andrey Remnev

Immagine

Dato il mio amore per l’arte e la letteratura russe, oggi vorrei parlarvi di un magnifico artista contemporaneo, che ho conosciuto solo poco tempo fa: Andrey Remnev. Nato in un paesino sulle colline vicino Mosca una cinquantina di anni fa, lo stesso artista ricorda i paesaggi della sua infanzia come opere di Brueghel divenute realtà. La vista dalla sua finestra era simile ad un quadro, e comprendeva piccoli fiumi e sorgenti, boschi, campi e villaggi, treni e navi che attraversavano il canale

Durante il periodo giovanile, Andrey studia attentamente la storia dell’arte russa, che fa capo alla tradizione iconica bizantina. Crea quindi un suo personalissimo stile, fondendo la magnifica arte tradizionale di origine greco ortodossa con la grande pittura russa del XVIII e XIX secolo, e aggiunge al tutto un senso fortemente plastico che strappa i personaggi principali alla ieraticità tradizionale, pur mantenendone l’espressione solenne. 

Immagine

Il risultato è un’arte sognante, che conserva la magia sacrale delle grandi chiese affrescate bizantine, ma acquista il fascino della contemporaneità, filtrata attraverso la creatività onirica e la sensibilità individuale dell’artista.

Immagine

L’umore è marcatamente lirico, le immagini pure, sempre nobili e composte, serbano però un’energia vitale fremente, che le rende ipnotiche. Particolare attenzione merita la luce, nitida e omogenea, che ha origine negli sfondi dorati di reminiscenza bizantina ma che, attraversando il realismo russo dell’Ottocento, approda al costruttivismo sovietico del secolo scorso, rendendo le figure stabili e solide, seppure immerse in atmosfere fiabesche e composizioni molto vicine alla corrente simbolista.

L’enfasi posta sull’aspetto decorativo , l’attenzione ai particolari e la resa materica dei materiali rappresentati, come le stoffe, creano davvero un universo meraviglioso e incantato, con salde radici nella storia russa ma fronde che ondeggiano al tocco segreto dell’immaginazione.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Questa voce è stata pubblicata in Arte Contemporanea e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Visioni oniriche della storia dell’arte russa: Andrey Remnev

  1. lois ha detto:

    Sono dei lavori splendidi con una plastica incredibile. Per alcuni versi il plasticismo mi ricorda Lempicka. Poi è bellissima l’ambientazione. Sono tutte bellissime, ma le mie preferite sono la donna col velo e l’uomo che trasporta i soldatini. Meraviglioso!

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Meraviglioso! Quadri che rapiscono riportando indietro ma mantenendo la veridicità dell’epoca attuale. Non conoscevo questo artista, oggi lo passo a mia figlia. venire da te è come andare a scuola: il sapere e la scoperta. Grazie per tutto questo.
    Vado a curiosare ancora di più su Remnev.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...