“Donatello tra le Belve”: l’Arte sa ancora sconvolgere?

L’arte contemporanea è ancora capace di sconvolgere il proprio pubblico?

Annunci

Architettura rupestre indiana: la magia di Ajanta

Nella regione indiana del Maharashtra, tra il II secolo a.C. e il V d.C., si sviluppò il grande complesso monastico buddhista di Ajanta, sul fianco di una collina rocciosa affacciata sul letto del torrente Waghora. Tradizionalmente consacrato ad un Naga, divinità metà uomo e metà serpente, questo luogo fu scelto dai monaci buddhisti come ritiro…

Sviluppi dell’iconografia Buddhista in India

La prima fase dell’arte buddista è caratterizzata dall’ utilizzo di simboli sostitutivi alla figura antropomorfa. Questi simboli erano carichi di valori metafisici, resi convenzionalmente comprensibili per antica tradizione, ma ineffabili sul piano dell’espressione figurativa normale. Simboli dell’Illuminato erano l’albero sotto il quale era giunto al Nirvana, la ruota della Legge (dharmacakra) La ruota è un…

Hudson River School, il paesaggio americano del XIX secolo (PARTE 1)

La Hudson River School[1] è un movimento artistico del XIX secolo americano incarnato da un gruppo di pittori di paesaggio la cui visione estetica è stata influenzata dal romanticismo. Il movimento prende il nome dalla valle del fiume Hudson, che insieme alla zona circostante (compresa la Catskill, Adirondack e le montagne bianche), era il soggetto…

La luce è Dio! (PARTE 3)

Dal 1803 nacque intorno a Turner una dicotomia di gusti e reazioni circa le sue opere. Da una parte una cerchia in espansione di persone che dimostravano di gradire sempre di più il suo operato, dall’altra i giornali dell’epoca, il mondo accademico e conservatore, che non riesce a stare al passo con le follie cromatiche…

Madonna del Coniglio: Sacra Conversazione o Matrimonio Mistico?

Come sempre, quando leggo qualche post anglofono che cattura la mia attenzione, ne riporto il senso in italiano (insieme al link in lingua originale). In questo caso si tratta di un articolo di Frank De Stefano, storico dell’arte che nel suo blog tratta in modo fantasioso l’iconografia di uno dei tanti capolavori di Tiziano, conosciuto…

Arte Indiana: introduzione

Dato l’entusiasmo che mi accompagnò nello studio dell’arte indiana durante il periodo universitario, ho pensato di inaugurare una rubrica sull’argomento. Come in molte culture, l’arte antica, giunta fino a noi, è costituita principalmente da opere finalizzate al culto. Tre sono le religioni storiche del subcontinente: Buddhismo, Jainismo e Induismo (a cui solo successivamente si aggiunse…

Friedrich, Turner e Rothko: gli infiniti senza forma

Nel febbraio del 1809 Friedrich termina il Monaco in riva al mare, che modifica l’anno dopo, eliminando le immagini di due navi. Il Monaco sulla spiaggia sembra essere un autoritratto, sebbene l’artista non sia un monaco. Questo non è da intendersi come un atteggiamento o un travestimento, bensì una professione di fede, tanto è vero…

“L’artista non ha altra risorsa che il proprio io spirituale” (PARTE 2)

Parte 1: https://musainquietante.wordpress.com/2013/10/16/lartista-non-ha-altra-risorsa-che-il-proprio-io-spirituale-parte-1/ Grazie al cambiamento avvenuto nella sua vita con il matrimonio, e ai nuovi amici, come Carus e Dahl, la pittura di Friedrich rivela una nuova libertà. La tavolozza diviene più vivace e sembra svilupparsi una simbologia del colore. A partire dal 1820 la pennellata si fa più sciolta, forse per l’influsso di…