Architettura rupestre indiana: la magia di Ajanta

Nella regione indiana del Maharashtra, tra il II secolo a.C. e il V d.C., si sviluppò il grande complesso monastico buddhista di Ajanta, sul fianco di una collina rocciosa affacciata sul letto del torrente Waghora. Tradizionalmente consacrato ad un Naga, divinità metà uomo e metà serpente, questo luogo fu scelto dai monaci buddhisti come ritiro…

Sviluppi dell’iconografia Buddhista in India

La prima fase dell’arte buddista è caratterizzata dall’ utilizzo di simboli sostitutivi alla figura antropomorfa. Questi simboli erano carichi di valori metafisici, resi convenzionalmente comprensibili per antica tradizione, ma ineffabili sul piano dell’espressione figurativa normale. Simboli dell’Illuminato erano l’albero sotto il quale era giunto al Nirvana, la ruota della Legge (dharmacakra) La ruota è un…

Arte Indiana: Buddhismo e Stupa

Il VI secolo a.C. vide la nascita dei due maggiori maestri spirituali indiani: Buddha e Jina. Oggi parleremo del primo. Siddharta (“colui che ha raggiunto il suo scopo”) Gautama (patronimico derivante dalla dinastia dei Gotama), il futuro Buddha, era un principe la cui vita agiata e senza pensieri fu sconvolta dall’incontro con quattro personaggi: un…

Arte Indiana: introduzione

Dato l’entusiasmo che mi accompagnò nello studio dell’arte indiana durante il periodo universitario, ho pensato di inaugurare una rubrica sull’argomento. Come in molte culture, l’arte antica, giunta fino a noi, è costituita principalmente da opere finalizzate al culto. Tre sono le religioni storiche del subcontinente: Buddhismo, Jainismo e Induismo (a cui solo successivamente si aggiunse…