Pillole Iconografiche – L’Aurora

L'Aurora

Inauguro la rubrica Pillole Iconografiche con quest’opera di Guido Reni.
Dipinto nel 1612-14, l’affresco rappresenta la personificazione dell’Aurora, sull’estrema destra dell’opera, che precede il carro del Sole, secondo un’iconografia tratta dall’Iliade. La quadriga è guidata da Helios e i cavalli hanno il manto di colore diverso, a simboleggiare i differenti gradi di luce prima del sorgere del sole.
Intorno al carro le fanciulle che si tengono per mano sono le Ore, mentre il putto che porta la fiaccola rappresenta Eosforo, la stella del mattino (figura mitologica nata dall’unione tra Aurora e il titano Astreo), conosciuto presso i Romani con il nome di Lucifero (portatore di luce).

Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Iconografia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Pillole Iconografiche – L’Aurora

  1. lois ha detto:

    Non so per quale strana analogia, vedendo la notifica in email “la musa inquietante” + “l’aurora” ho pensato solo al casino pallavicini! Belle le pillole come questa, aiutano semplicemente a mostrare la bellezza dell’arte che ci circonda. Se tutti riuscessero ad apprezzare…. Forse avremo tempi (e monumenti) migliori.

    • musa inquietante ha detto:

      Grande perspicacia!!!!😀
      Effettivamente lo scopo della rubrica è proprio questo… mostrare delle belle opere che magari non tutti conoscono e dare qualche imbeccata iconografica, che incuriosisca e stimoli la persona a saperne di più…🙂 Purtroppo ormai la cultura e l’arte qui in Italia sono considerati inutili, e l’eliminazione della storia dell’arte dalle scuole è solo l’ultima triste conseguenza di questa mentalità… così non andremo lontano…

  2. mokassino ha detto:

    La mia analisi è che il putto si è svegliato nel cuore della notte, Aurora è saltata su ad accudirlo, ma di Astreo non c’è traccia. Astreo se la ronfa ancora di brutto.
    Quando la gente non sapeva nè leggere nè scrivere, i dipinti raccontavano e insegnavano le cose della vita. Quindi: la pillola d’arte e di saggezza odierna è che: donna non dire mai all’uomo “dai vai tu” se non vuoi che il tuo piccolo e roseo bambino si possa trasformare in Lucifero.

  3. fulvialuna1 ha detto:

    Un capolavoro che io e mia figlia amiamo molto. Roma è custode di molte meraviglie, questa è tra quelle.

  4. Pingback: Pillole iconografiche: La Danza della Vita Umana | La Musa Inquietante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...