L’incontro – Venezia

L'incontro - Venezia

Ci sono artisti che istantaneamente portano la mente a viaggiare, verso luoghi lontani nello spazio e nel tempo, verso mondi reali o fantastici, ma che comunicano un senso di dolce e vaga nostalgia, tanto cara agli artisti del XIX secolo. Uno dei migliori è proprio Giancarlo Scarsi.
Dotato di uno spiccato quanto peculiare talento artistico, Scarsi cova la passione per la pittura sin da ragazzo, ma decide di dargli pienamente voce solo nel 2003, quando la potenza espressiva dentro di sé era ormai giunta all’acme.
La semplicità evocativa delle sue immagini, la magia di quei paesaggi resi in modo etereo ed intimistico, sono amplificati dalla resa dei protagonisti delle tele: personaggi rigorosamente di spalle. Come aveva compreso agli inizi dell’Ottocento il genio pittorico del Romanticismo tedesco Caspar David Friedrich, l’espediente narrativo che vede il protagonista volgere le spalle al fruitore, crea un dialogo chiuso all’interno dell’opera, in cui l’osservatore può accedere solo identificandosi proprio con quella persona di spalle. Ciò libera la pittura dalla gabbia delle due dimensioni, rendendo chi guarda un protagonista attivo dell’opera d’arte, che non si risolve semplicemente nello spazio della tela, ma continua nel mondo reale, coinvolgendo lo spettatore in modo talmente intenso da permettere alla sua fantasia di viaggiare all’interno dei magnifici paesaggi costruiti dall’artista, perdendosi ad ammirare l’orizzonte e con esso i suoi pensieri più profondi e sepolti, nel silenzio di una visione indefinita come solo i canti di Leopardi saprebbero descrivere verbalmente.

Dalle opere di Scarsi traspare un’intimità fortemente connessa all’aspetto più umano e prezioso: i ricordi, i sogni, le speranze. Senza di essi non potremmo sopravvivere alla realtà, che spesso può essere crudele o dolorosa. Quei personaggi di spalle, di cui conosciamo solo i capelli arruffati o intrecciati, rappresentano ciascuno di noi di fronte ai paesaggi sconfinati che si estendono nella nostra anima e ci trasmettono un dolce senso di familiarità, una soave nostalgia, permettendo al passato e al futuro di emergere e fondersi in un unico, sognante sospiro.

http://www.giancarloscarsi.it/

Annunci
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Arte Contemporanea e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a L’incontro – Venezia

  1. musa inquietante ha detto:

    Estratto di un comunicato stampa che ho scritto in occasione della mostra che sto organizzando, e che è stato pubblicato da SienaFree.
    http://www.sienafree.it/arte-e-cultura/157-arte-e-cultura/53201-la-raffinatezza-romantica-di-giancarlo-scarsi-impreziosisce-la-biennale-di-chianciano-2013

  2. marvan ha detto:

    Non è un caso che il profilo FB “I 1000 quadri più belli di tutti i tempi” (https://www.facebook.com/#!/1000quadri?hc_location=stream ) abbia Il viandante sul mare di nebbia come icona (https://www.facebook.com/#!/photo.php?fbid=295882113764109&set=a.295881483764172.77223.295453237140330&type=3&theater ) e abbia 250000 fan.

  3. fulvialuna1 ha detto:

    Ho letto il comunicato che hai fatto e che mi ha chiarito le idee su questo artista a me sconosciuto ma che a prima vista mi ha già coinvolto, devo approfondire. Entare nel tuo blog è stata un’opportunità grande della mia vita. Grazie.

  4. fulvialuna1 ha detto:

    Ho visto i quadri di questo artista e mi sono piaciuti molto; diversi, fiabeschi, anche divertenti sotto certi aspetti. Quello su venezia è il mio preferito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...